HISTOIRE(S) D’UNE COLLECTION, PARIGI, CENTRE POMPIDOU

Pietro Consagra, Ferro Trasparente arancio, 1965, ferro dipinto, 247 x 164,5 x 12,5 cm
HISTOIRE(S) D’UNE COLLECTION, Parigi, Centre Pompidou
Sale della mostra

25 maggio 2018 - 15 aprile 2019
HISTOIRE(S) D'UNE COLLECTION
Parigi, Centre Pompidou

Questo nuovo circuito rivisita la storia delle collezioni del Musée National d’Art Moderne celebrando il bicentenario del Musée des Artistes Vivants, di cui è uno degli eredi. Questa “retrospettiva” delle collezioni del museo è esposta in una quindicina di sezioni sparse nel circuito moderno. Oltre 120 opere, accompagnate da un nuovissimo sistema documentario, esplorano l’identità del Musée National d’Art Moderne e dei suoi predecessori dagli anni ’20 fino all’apertura del Centre Pompidou.


IL PUNTO DI VISTA DEL CURATORE 

Bernard Blistène

Una volta all’anno, una nuova sequenza di mostre dossier arriva a scandire il percorso del visitatore attraverso le collezioni del Centre Pompidou, offrendo una nuova prospettiva sulla storia dell’arte del XX secolo. Dalle esposizioni trasversali alle vetrine e sale dedicate, queste risorse per lo studio e la ricerca gettano luce su aspetti trascurati della storia. Seguendo una sequenza dedicata a “The Listening Eye” che ha esplorato i collegamenti tra le arti visive e la musica dal 1905 alla metà degli anni ’60, questa nuova puntata analizza la storia delle collezioni del Musée National d’Art Moderne (MNAM), e questo nel bicentenario della fondazione del suo precursore, il Musée des Artistes Vivants.

Frutto di un progetto di ricerca a lungo termine condotto con un numero di partner, tra cui l’Institut National d’Histoire de l’Art, il Musée d’Orsay, gli Archives Nationales e l’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne, questa “retrospettiva” sul patrimonio del museo è organizzata in quindici sezioni dislocate lungo il percorso principale delle collezioni moderne.

Accompagnata da una documentazione storica illuminante, questa selezione di oltre 120 opere esplora la comprensione di sé del MNAM e dei suoi predecessori, il Musée des Artistes Vivants (o il Musée de Luxembourg) e il Musée du Jeu de Paume. Come hanno reagito all’arte che si stava facendo? Quali sono state le posizioni che hanno assunto come arte contemporanea trionfante? Inserendosi all’interno dell’esposizione della collezione permanente – organizzata attorno a una successione di capolavori cruciali – le varie sezioni di questo progetto mostrano in che modo le decisioni di acquisizione istituzionale si sono relazionate – o non hanno saputo collegarsi – con gli sviluppi artistici contemporanei.

Chiudi il menu